in due parole, tanto per non farla lunga.

La mia foto
Grafica milanese. Ossessionata, ossessiva, ossessionante (vedi alla voce figlia e madre e moglie, decisamente ossessionante). In un'altra vita volevo essere una di quelle tizie che vanno in giro a scoprire le nuove tendenze, si dice così? Come si porta l'orlo dei jeans e come ci si trucca per avere un aspetto vissuto ma etereo, cose di questo tipo. Nel frattempo cerco di fare poche cose ma discretamente bene. Non mi sono comprata l'impastatrice, per intenderci. E sono di quelle convinte che l'arte ci salverà la vita. Sempre se non ci prenderemo troppo sul serio, però.

mercoledì 25 luglio 2012

rimembranze palmensi.




Embè. Eggià.

3 commenti:

Adriana Riccomagno ha detto...

L'ho postata venti giorni fa. Si vede che è una canzone adatta al mese! :-)

Nick ha detto...

che delusione.
da questa canzone in poi, sempre la stessa lagna.
da solo, coi bluebeaters, con la zilli, coi club dogo...
rimpiango i tempi dei casino royale.

Garba ha detto...

Di Messico e nuvole ce n'è uno e non si batte, ma quanto l'ho ballata la loro versione.

bazzicano da queste parti:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...