in due parole, tanto per non farla lunga.

La mia foto
Grafica milanese. Ossessionata, ossessiva, ossessionante (vedi alla voce figlia e madre e moglie, decisamente ossessionante). In un'altra vita volevo essere una di quelle tizie che vanno in giro a scoprire le nuove tendenze, si dice così? Come si porta l'orlo dei jeans e come ci si trucca per avere un aspetto vissuto ma etereo, cose di questo tipo. Nel frattempo cerco di fare poche cose ma discretamente bene. Non mi sono comprata l'impastatrice, per intenderci. E sono di quelle convinte che l'arte ci salverà la vita. Sempre se non ci prenderemo troppo sul serio, però.

domenica 6 maggio 2012

Victoire "Vic" Berreton.



Solo per dirvi che li stanno trasmettendo tutti e tre in tv, 
in questo periodo, e me li sto gustando tutti, 
obbligando anche Nick alla visione, 
naturalmente 
(ha amato il primo, odiato il secondo, 
ora tremo al pensiero del terzo).
La Boum è uno dei primi film della mia vita; 
un batticuore fortissimo si impossessava di me 
ogni volta che lo rivedevo, emozioni che poi raramente 
mi sono ricapitate così forti, 
a tu per tu con una pellicola.
Sono cresciuta con la ferma convinzione 
che le donne parigine siano le più belle del mondo 
e che i capelli a caschetto 
siano la pettinatura più adorabile che esista.
Ero piccola ma con le idee già molto chiare 
su tutta una serie di cose: 
come ballare un lento, 
come legare i libri con l'elastico 
(che importa se non sapevo ancora leggere!), 
come fare gli occhi languidi a qualcuno.


Io all'epoca di La Boum parte seconda

5 commenti:

Adriana Riccomagno ha detto...

Visto che sei la più "artistica" fra i miei commentatori, volevo segnalarti che da qualche tempo gestisco il blog di Aganahuei: http://www.aganahuei.com
Mi farebbe piacere se avessi voglia di dare un'occhiata, e magari di lasciare qualche commento...
Ti aspetto!

pa ha detto...

grazie per l' "artistica"!
me lo guardo con piacere.

singlesbronza ha detto...

mamma mia, io vado pazza per Il tempo delle mele! E la nonna? Poupette! E' un mito!
Il primo è stupendo, Mathieu è troppo carino <3 Il secondo l'ho sempre odiato però col tempo mi è piaciuto, c'ho messo tanto ad abituarmi a Pierre Cosso! Il terzo invece non ha niente a che fare con gli altri due, in originale si chiama La studentessa mi pare e ha tutta un'altra storia, ma visto che è diretto dallo stesso regista - o forse lo sceneggiatore è uguale - e c'è la Marceau, in Italia ebbero la brillante idea di intitolarlo Il tempo delle mele 3!

marta6669 ha detto...

ecco, ora sono riuscita. volevo solo dire che quel caschetto su quella faccetta era in effetti meraviglioso (e non sto parlando di sophie marceau). bezos

pa ha detto...

grazie marta! il caschetto ritornerà presto. in versione postmoderna. dammi solo il tempo di farlo ricrescere.

bazzicano da queste parti:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...