in due parole, tanto per non farla lunga.

La mia foto
Grafica milanese. Ossessionata, ossessiva, ossessionante (vedi alla voce figlia e madre e moglie, decisamente ossessionante). In un'altra vita volevo essere una di quelle tizie che vanno in giro a scoprire le nuove tendenze, si dice così? Come si porta l'orlo dei jeans e come ci si trucca per avere un aspetto vissuto ma etereo, cose di questo tipo. Nel frattempo cerco di fare poche cose ma discretamente bene. Non mi sono comprata l'impastatrice, per intenderci. E sono di quelle convinte che l'arte ci salverà la vita. Sempre se non ci prenderemo troppo sul serio, però.

venerdì 2 marzo 2012

intervista a stargirl.

Arrivo un pò tardi con l'intervista della settimana: è già venerdì sera.
Ma la cosa importante è che ho questa ed almeno altre due interviste da offrirvi, tutte illustri personalità del mondo-blogger, e quanto mi fa felice questo! 
Come avete trascorso questa settimana? Lavorate sodo o la crisi morde alle caviglie? Che periodo strano. In tutti i sensi.
Non riesco più a guardare una trasmissione che sia una di approfondimento politico/di attualità. 
Ci sono comunque poche buone certezze a tirarmi su il morale: non so, i racconti di Hemingway, la pasta al burro, la faccia di Jude Law.
I baci.


nome
Stargirl
nome del suo blog
di cosa parla
dice l'autrice: "Serie tv, cinema, libri, di me, di altri"
come l'ho conosciuto
molto di recente, tramite il blog di cannibal kid!



intervista

Hai un soprannome? E se sì, ci racconti come è nato?

Si, Stargirl. Perché amo le stelle, mi piace guardarle, ammirarle in tutto il loro splendore, mi affascinano particolarmente. La prima volta che sono entrata in un planetario, mi sono commossa senza fronzoli, come una bambina. Ne ho due tatuate, una nera, una rosa (doppia). Perché prima di addormentarmi, anziché contare le pecorelle, preferisco contare le stelle. Perché il libro Stargirl di Jerry Spinelli, mi ha fatto conoscere un personaggio (Stargirl, appunto) meraviglioso: vulnerabile, delicata, fragile ma talmente speciale da riuscire a cambiare in meglio la vita delle persone che ama.

Come è iniziato il tuo blog?
All’inizio per dare voce ai miei sentimenti, alle miei passioni. Mi piace scrivere racconti, anche brevi, di personaggi più o meno di fantasia, e a volte mi piace infilarci qua e là piccoli e impercettibili spunti autobiografici. Piano piano, ho incrementato i post con alcuni miei articoli di cinema e tv pubblicati su carta stampata o su siti internet. Da lì, ho preso il via, concentrandomi sempre più su argomenti affini alle mie più grandi passioni, le serie tv americane e il cinema, alternandoli a post più “introspettivi” e personali.

Da piccolo cosa volevi diventare?
Una scrittrice (e il sogno persiste anche oggi). Ma come tutti i bambini, ho avuto il periodo “veterinario” e “sportivo” (nello specifico, una giocatrice di pallavolo). A conti fatti, forse avrei dovuto fare la psicologa, sono un’ottima ascoltatrice, e agli altri, so dare ottimi consigli.

Se potessi essere la protagonista di un film, chi saresti?
Posso sceglierne solo uno? Winona Ryder in Reality Bites. Anzi no, la Tautou ne Il Favoloso mondo di Amélie. No meglio la Hepburn in Colazione da Tiffany. No no, anzi, ci sono: Ingrid Bergman in Casablanca.

Cosa fa di un giorno come tutti gli altri un giorno di vacanza?
Crogiolarmi al sole, con un caldo venticello di primavera a scompigliarmi i capelli.

La mansione che ti piace di più svolgere al lavoro.
Scegliere l’obiettivo da perseguire e organizzare il necessario per andare dritta alla meta.

Qual è la musica che ti fa ballare?
Le hit delle regine del pop, da Gaga a Rihanna, da Britney alla Perry. La musicaccia, insomma.

Una cosa che da piccolo ti faceva tantissima paura.
I rumori improvvisi la notte.

Quello che più ti terrorizza ora che sei grande.
I ragni e gli scarafaggi.

Il libro che regaleresti al tuo migliore amico.
Due di Due, Andrea De Carlo.

Sei una nerd?
No, ma mi piacerebbe. La tendenza a esserlo, soprattutto se fossi un uomo, c’è tutta.

Qual è lo sport che ti sei rassegnata a fare per far finta di non essere una nerd?
Pur non essendo nerd, ho giocato per anni a pallavolo.

Se tu fossi un pittore, che cosa raffigurerebbero le tue tele?
Persone comuni incontrate qua e là.

Twin Peaks: quale era il tuo personaggio preferito 
(non per forza quello in cui identificarsi)?
Dale Cooper, talmente contorto da sembrare quasi reale.

Come sei vestita in questo momento? 
E, se potessi scegliere, cosa indosseresti per tutta la vita?
Jeans, t-shirt, maglioncino e converse, sui toni del grigio, con accessori rosa. Qualsiasi cosa mi faccia sentire elegante e a mio agio.

Il cibo di cui non riesci a fare proprio a meno.
La liquirizia.

Il difetto che più ti fa impazzire nella persona amata.

La spiccata introversione.

Descrivi cos è, per te, un momento di felicità perfetta.
Quando distrattamente mi fermo a riflettere e mi rendo conto di essere felice, proprio in quell’esatto momento, magari per delle piccole cose. E l’aver paura di dirlo ad alta voce, per il timore che quell’attimo “per sempre” non torni mai più.

Stai detestandomi per questa rottura di palle dell'intervista?
No, anzi, mi sto divertendo tanto. Anche se non lo dico o dimostro, nonostante la timidezza, mi piace raccontare qualcosina in più di me.

I bambini, sono di sinistra?
Non lo so, mi stanno antipatici i bambini, ci parlo poco. Preferisco non dare confidenza a quei piccoli demonietti.

 
Prima di tutto una cosa.
La risposta di felicità perfetta che hai dato, Stargirl, è sublime.
Non avrei saputo spiegarlo meglio.
Elencando le cose che abbiamo in comune, partirò come sempre dalla rassicurante preferenza per Dale Cooper (attendo con terrore la persona che mi dirà: B-O-B!).
Dale è come la coperta di Linus. Mi rasserena.
Da piccola anche io sono passata per la lunga fase "farò la scrittrice". Poi, mai dire mai.
Due di Due è un libro che in effetti io pure ho regalato, in passato.
Anche le mie tele raffigurerebbero prevalentemente persone.
E per finire, vesti come me, la maggior parte dei giorni.
PS. è una certezza matematica: se giocavi a pallavolo NON SEI NERD.
Puoi tirare un sospiro di sollievo, fidati.
 Buona serata fanciulla, lettori tutti. Pizza, cinema, tutti e due, divano...?

11 commenti:

Marco Goi (Cannibal Kid) ha detto...

vedo che grazie a me si conoscono delle persone cool! :)

dale cooper (e lady gaga) rulez!

Veronica ha detto...

condivido. quella è proprio la felicità.
lady gaga nooooooooooooooooo
:)

Stargirl ha detto...

@Pa: innanzitutto grazie cara! Davvero carina! ^^
ti link ASAP sul mio blog!

@Cannibale: tu sai che in realtà, non volermene, ma io e te ci siamo conosciuti grazie al tuo "amato" Ford, vero!??!?! LOL

@Veronica: felice che anche tu sia d'accordo!
Ma sì dai, Gaga ogni tanto, non fa male!

pa ha detto...

in effetti non so più, stargirl, se ti ho conosciuta da ford o da cannibal. mi hai messo il dubbio!
ma non posso immaginarmi l'uno senza l'altro, e quindi credo che la cosa non abbia poi così importanza!

Marco Goi (Cannibal Kid) ha detto...

*stargirl
no, non lo sapevo! °____°
e ora che lo so potrei toglierti dai miei contatti ahahahahah :D

alessandra ha detto...

La zia Britney andrebbe rivalutata, in effetti, ora che è demodé.
Per il resto, anch'io concordo sul non dire ad alta voce per scaramanzia :-)

Stargirl ha detto...

@Pa: :D http://giovanecarinaedisoccupata.blogspot.com/2012/03/colazione-da-stargirl.html un link dedicato a te! grazie ancora, davvero divertente! buona domenica

M. ha detto...

giravo tra i blog e sono arrivata al tuo! veramente molto carino ed originale, ti seguo.
baci
JustM.

pa ha detto...

justM. grazie! sto arrivando a visitarti!

CyberLuke ha detto...

Conosco Stargirl da poco, ma si è conquistata velocemente un posto nella colonnina dei Friends blog.
Scrive piuttosto bene, ha una mentalità aperta alle novità e riesce a guardare molta più tv di quanto non riesca io, e quindi a fare da "filtro" e a portare alla mia attenzione la roba che merita.
Inoltre, non se la tira, e questo è un altro, immenso punto suo favore: brava quindi Pa (a proposito, siamo colleghi, mi sa ;) ).

pa ha detto...

@CYBER

anche io la conosco da poco ma concordo su quanto affermi; certo che ne vede parecchia, ma come caspita fa? e poi è curiosa come un topolino come me e ciò me la rende simpatica!
ora vengo a visitarti, tu torna presto mi raccomando; pa

bazzicano da queste parti:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...