in due parole, tanto per non farla lunga.

La mia foto
Grafica milanese. Ossessionata, ossessiva, ossessionante (vedi alla voce figlia e madre e moglie, decisamente ossessionante). In un'altra vita volevo essere una di quelle tizie che vanno in giro a scoprire le nuove tendenze, si dice così? Come si porta l'orlo dei jeans e come ci si trucca per avere un aspetto vissuto ma etereo, cose di questo tipo. Nel frattempo cerco di fare poche cose ma discretamente bene. Non mi sono comprata l'impastatrice, per intenderci. E sono di quelle convinte che l'arte ci salverà la vita. Sempre se non ci prenderemo troppo sul serio, però.

martedì 14 febbraio 2012

tom waits legge charles bukowski.





your life is your life
don’t let it be clubbed into dank submission.
be on the watch.
there are ways out.
there is a light somewhere.
it may not be much light but
it beats the darkness.
be on the watch.
the gods will offer you chances.
know them.
take them.
you can’t beat death but
you can beat death in life, sometimes.
and the more often you learn to do it,
the more light there will be.
your life is your life.
know it while you have it.
you are marvelous
the gods wait to delight
in you.

Charles Bukowski


(per nick: ricorda che "there is a light somewhere. it may not be much light but it beats the darkness")

2 commenti:

Adriana Riccomagno ha detto...

Credo di essermi sempre immaginata che la voce di Bukowski fosse quella di Tom Waits. Con questa lettura hai reso la mia fantasia reale :-)

pa ha detto...

come ti capisco! io questi due adorabili mattacchioni li ho sempre associati!

bazzicano da queste parti:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...