in due parole, tanto per non farla lunga.

La mia foto
Grafica milanese. Ossessionata, ossessiva, ossessionante (vedi alla voce figlia e madre e moglie, decisamente ossessionante). In un'altra vita volevo essere una di quelle tizie che vanno in giro a scoprire le nuove tendenze, si dice così? Come si porta l'orlo dei jeans e come ci si trucca per avere un aspetto vissuto ma etereo, cose di questo tipo. Nel frattempo cerco di fare poche cose ma discretamente bene. Non mi sono comprata l'impastatrice, per intenderci. E sono di quelle convinte che l'arte ci salverà la vita. Sempre se non ci prenderemo troppo sul serio, però.

mercoledì 22 settembre 2010

Comunisti nello spazio.



Ieri sera ho visto un piacevolissimo film italiano del 2009, Cosmonauta, di Susanna Nicchiarelli.
Un film leggermente surreale, delicato e folle, tutti aggettivi che ben si addicono con l'età dell'adolescenza, affrontata a capofitto dalla protagonista.
Si narra di una certa italia di provincia anni sessanta; di democristiani e comunisti; di cagnette nello spazio; di primi amori assoluti, totalizzanti; e della passione per la politica che, se nasce in noi, nasce proprio in quegli anni. La colonna sonora è evocativa, la ragazzina è un personaggio fantastico, rabbioso, anticonformista, tenero.
E' passato inosservato, pare, lo scorso anno, o forse io ero presa da altri film molto più chiassosi e monumentali. Sono felice di essere corsa ai ripari!

2 commenti:

ilmarconi ha detto...

Segnato!
Grazie Pa!

pa ha detto...

potrebbe piacerti!

bazzicano da queste parti:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...