in due parole, tanto per non farla lunga.

La mia foto
Grafica milanese. Ossessionata, ossessiva, ossessionante (vedi alla voce figlia e madre e moglie, decisamente ossessionante). In un'altra vita volevo essere una di quelle tizie che vanno in giro a scoprire le nuove tendenze, si dice così? Come si porta l'orlo dei jeans e come ci si trucca per avere un aspetto vissuto ma etereo, cose di questo tipo. Nel frattempo cerco di fare poche cose ma discretamente bene. Non mi sono comprata l'impastatrice, per intenderci. E sono di quelle convinte che l'arte ci salverà la vita. Sempre se non ci prenderemo troppo sul serio, però.

lunedì 12 luglio 2010

Nata negli anni settanta.



"Ho letto da qualche parte che siamo tutti segretamente fissati con il decennio nel quale siamo nati. Nel mio caso è sicuramente vero."

"Tuttavia fu in quel periodo che decisi che non avrei mai avuto una cosa arredata con oggetti normali come divani a quadri beige, home teather, moquette in ogni stanza  e via elencando. Avevo amici dai tempi dell'università che abitavano in quelle case sicure, asettiche, generiche. Con il tempo, ho perso i contatti con loro."

(Michael Zadoorian, Il mondo delle cose, Marcos Y Marcos)

E voi, a quale decennio siete legati?

1 commento:

nick ha detto...

indubbiamente a quello cui sei legata tu.
love,
B.
(anche perchè quella è la mia mini collezione di robot!)

bazzicano da queste parti:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...