in due parole, tanto per non farla lunga.

La mia foto
Grafica milanese. Ossessionata, ossessiva, ossessionante (vedi alla voce figlia e madre e moglie, decisamente ossessionante). In un'altra vita volevo essere una di quelle tizie che vanno in giro a scoprire le nuove tendenze, si dice così? Come si porta l'orlo dei jeans e come ci si trucca per avere un aspetto vissuto ma etereo, cose di questo tipo. Nel frattempo cerco di fare poche cose ma discretamente bene. Non mi sono comprata l'impastatrice, per intenderci. E sono di quelle convinte che l'arte ci salverà la vita. Sempre se non ci prenderemo troppo sul serio, però.

mercoledì 16 giugno 2010

Non sarà la paura della follia


Il nostro adorato, bellissimo, geniale, poetico Andrea.
Che poi quando penso a un grafico maschio, me lo immagino così.
Che poi le grafiche son tutte donne, i maschi non si abbassano, loro sono art director o niente, ci mancherebbe; loro.

Ma sentite qua:

Non sarà la paura della follia a costringerci a tenere a mezz'asta la bandiera dell'immaginazione

Questa frase è sua e l'ho imparata a memoria quando avevo 16 anni; non me la scordo più di certo.

 

2 commenti:

ilmarconi ha detto...

A me non mi piace Pazienza.

IO LO AMO PAZIENZA
IO ME LO ADORO
IO ME LO SOGNO

Ciao Pa!

pa ha detto...

anche io! paz 4ever...

bazzicano da queste parti:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...