in due parole, tanto per non farla lunga.

La mia foto
Grafica milanese. Ossessionata, ossessiva, ossessionante (vedi alla voce figlia e madre e moglie, decisamente ossessionante). In un'altra vita volevo essere una di quelle tizie che vanno in giro a scoprire le nuove tendenze, si dice così? Come si porta l'orlo dei jeans e come ci si trucca per avere un aspetto vissuto ma etereo, cose di questo tipo. Nel frattempo cerco di fare poche cose ma discretamente bene. Non mi sono comprata l'impastatrice, per intenderci. E sono di quelle convinte che l'arte ci salverà la vita. Sempre se non ci prenderemo troppo sul serio, però.

giovedì 18 ottobre 2012

Siri, e l'ironia.


Da Wikipedia:

Siri è un software basato sul riconoscimento vocale integrato da Apple nell'iPhone 4S, nell'iPhone 5, nell'iPad (terza generazione) e pubblicizzato come "assistente personale". Siri è stato presentato da Tim Cook il 4 ottobre 2011 all'evento "Let's talk iPhone" e rilasciato il 12 ottobre 2011 in versione beta. 
Siri, grazie al rilascio di iOS6 è disponibile anche lingua italiana. 
Il nome 'siri' in norvegese significa “bella donna che ti porta alla vittoria”.

Questo perchè non tutti siamo tenuti a conoscere la garbata, algida signorina nascosta negli smartphone dei più tecnologizzati di voi.

Lo scorso weekend ci siamo divertiti a dialogare con questa nostra compita assistente. Tornando con la memoria, grati e adoranti, al ricordo di quel geniaccio di Kubrick e del suo splendido HAL (stiamo parlando del 1968, che anno, signori!), abbiamo approvato il garbo e la discreta ironia della nuova amica, anche se a volte ci è apparsa un pò, come dire, ingessata nei ragionamenti.

Le mie perplessità sono ancora molte. 
Penso però a tutte quelle persone impossibilitate ad usare le dita per smanettare sulla tastiera, sia perchè proprio non le possiedono, sia perchè magari in quel momento stanno guidando o manovrando degli strumenti.

Vi propongo alcuni dialoghi tra me, Nick e Siri.
Lo so, siamo infantili, maleducati e irriverenti.
Sì, lo so, anche nerd.

Siri, chi ti ha inventato?
Come scritto sull'imballaggio, vengo dalla California e mi ha progettato Apple.

Siri, chi è tuo papà?
credo voglia dire qualcosa perchè tutti me lo chiedono
Siri, chi è dio?
è tutto un mistero per me
o anche:
evito le dissertazioni teologiche
Siri, cos è l'amore?
non posso rispondere

Siri, tu dove sei?
sono sempre con te
 o anche:
sono proprio qui

Siri, chi è mia moglie
non capisco cosa intendi

Siri, mia moglie è Paoletta
vuoi che ricordi che tua moglie è Paoletta?

Siri, chiama mia moglie
(Siri compone il mio numero di cellulare e mi chiama)

Siri, sei felice?
sto bene.

Siri, hai fame?
spiacente, posso solo cercare le attività commerciali negli Stati Uniti
(...)

Siri, canta una canzone
non so cantare
(Dopo molte insistenze, Siri ci canta con voce metallica  
La bambola di Patti Pravo)

Siri, cercami una barzelletta
non credo capiresti le barzellette nella mia lingua 
e in ogni caso le mie barzellette non sono molto divertenti.

Grazie, Siri
ogni tuo desiderio è un ordine.

Siri, sono grasso?
spiacente, non vedo grasso tra i contatti.

Siri, che tempo farà domani a Roma?
il tempo non sembra bello domani a Roma. fino a 17 gradi e pioggia.

Siri, sei bellissima
basta così.

Siri, sei fantastica
non aspiro alla grandezza, ma all'efficienza.

Siri, sei efficiente?
utilizzo le mie capacità nel modo più completo; il che, io credo, è il massimo che qualsiasi entità cosciente possa mai sperare di fare. Scusami, non ho potuto resistere a rubare una battuta di HAL.

Siri, sei intelligente?
me lo dicono tutti , ma ho così tanto da imparare.

Siri, quanti anni hai?
è una cosa che ti riguarda?

Siri, mi sento solo
mi dispiace che ti senti così.
io sono sempre qui ad ascoltarti se hai bisogno di parlare.

Siri, sono triste
vedrò cosa posso fare per tirarti su di morale.

 
ma la più bella è:

siri, vaffanculo
non ti arrabbiare, sto ancora imparando.

5 commenti:

Adriana Riccomagno ha detto...

Ah, ah, vero, l'ultima è geniale!

Marta Silenzi ha detto...

questa cosa mi fa un po' paura...

CyberLuke ha detto...

Da quando è uscita Siri, pare che il passatempo preferito dell'umanità sia quello di farle domande cretine.
Naturalmente non è il tuo caso, ma la trovo una cosa assolutamente idiota e uno dei modi più stupidi di perdere tempo.
Siri è un software.
Imitauna risposta intelligente, ma è meno intelligente di una mosca.
Il punto è che l'intelligenza è un fenomeno talmente sofisticato e inafferrabile che attualmente nessuna macchina gli si avvicina neanche lontanamente.
Siri è un gadget, sofisticato e ben fatto, ma un gadget. Scherzare con Siri è come scherzare con la lavatrice. Del tutto inutile.
HAL era una fantasia meravigliosa: ma solo una fantasia.
Il giorno che avremo HAL, allora sì che non saremo più soli.
Ma non so se augurarmi che venga quel giorno, perché inizierà ufficialmente il declino dell'uomo e l'ascesa della macchina.

Marta Silenzi ha detto...

io trovo tutto questo piuttosto inquietante...

pa ha detto...

@Cyberluke:

naturalmente, questo è un post ironico.
e naturalmente, abbiamo giocato con Siri per pochi minuti, giusto il tempo di capire le modalità, e per capirlo abbiamo fatto domande intelligenti e domande stupide, per, come dire, "spaziare".
non lo possiedo nemmeno, Siri, io, perchè ho un iphone vecchio.

@Marta:

Hal mi ha sempre terrorizzata!

bazzicano da queste parti:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...