in due parole, tanto per non farla lunga.

La mia foto
Grafica milanese. Ossessionata, ossessiva, ossessionante (vedi alla voce figlia e madre e moglie, decisamente ossessionante). In un'altra vita volevo essere una di quelle tizie che vanno in giro a scoprire le nuove tendenze, si dice così? Come si porta l'orlo dei jeans e come ci si trucca per avere un aspetto vissuto ma etereo, cose di questo tipo. Nel frattempo cerco di fare poche cose ma discretamente bene. Non mi sono comprata l'impastatrice, per intenderci. E sono di quelle convinte che l'arte ci salverà la vita. Sempre se non ci prenderemo troppo sul serio, però.

mercoledì 28 marzo 2012

The Walking Dead, fine della seconda serie.



Abbiamo finito di vedere anche la seconda serie di The Walking Dead.
Si è rivelata meritevole.
Nelle ultime tre puntate ci siamo gustati i colpi di scena in rapida successione.
Non riesco a rassegnarmi, però: è morto Shane, il mio personaggio preferito.
Il più umano, il più sfaccettato, quello sul quale secondo me gli autori hanno fatto il lavoro migliore.
Non riesco ad immaginarmi la nuova serie senza di lui, era la giusta contrapposizione a Rick, era quel tocco di pepe nei momenti di fastidioso buonismo, era la follia, era anche uno schianto di ragazzo. Mah.
Le cose belle durano sempre troppo poco!


 

4 commenti:

newmoon35 ha detto...

Mai sopportato.Sempre stata dalla parte di Rick.Ma lo ammetto, il duello era interessante e la sua morte,per mano di Rick stesso poi, è stato un colpo di scena molto forte. Rick è cambiato parecchio. Vedremo una terza serie interessante.

pa ha detto...

rick è cambiato in meglio, questo è sicuro!

Nick ha detto...

l'unico problema di shane era la bocca sempre un pò aperta.come se fosse stato affetto da un lieve ritardo.RIP shane, anello di congiunzione tra la scimmia e lo zombi.

pa ha detto...

sei solo G-E-L-O-S-O-O-O

bazzicano da queste parti:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...