in due parole, tanto per non farla lunga.

La mia foto
Grafica milanese. Ossessionata, ossessiva, ossessionante (vedi alla voce figlia e madre e moglie, decisamente ossessionante). In un'altra vita volevo essere una di quelle tizie che vanno in giro a scoprire le nuove tendenze, si dice così? Come si porta l'orlo dei jeans e come ci si trucca per avere un aspetto vissuto ma etereo, cose di questo tipo. Nel frattempo cerco di fare poche cose ma discretamente bene. Non mi sono comprata l'impastatrice, per intenderci. E sono di quelle convinte che l'arte ci salverà la vita. Sempre se non ci prenderemo troppo sul serio, però.

giovedì 3 novembre 2011

la sicurezza degli oggetti: ovvero nick.


Lui ormai ha perso le speranze, ma finalmente oggi pubblico la foto della sua borsa (le pubblicherò tutte, e ne attendo ancora moltissime da tutti voi!)

Credo che Nick voglia chiamare questa foto "la sicurezza degli oggetti", per la paura che ha di restare senza una penna (!), ed in generale senza le mille cosette contenute in quel baule pesantissimo. Diciamo che contraddice in pieno la mia teoria sulle borse maschili. Ci sarà un motivo, se l'ho sposato.
(ci sarà, ci sarà).
Poi ci sono le macchine fotografiche... E poi volendo c'è il coccodrillo Egidio, ma quella è un'altra storia. Infatti è ben nascosto.

ps la borsa è di Embarcadero, un posticino magico magico che abbiamo adorato, ciao Marchetto!

5 commenti:

Adriana Riccomagno ha detto...

Se riesce a infilarci un sacco a pelo vi potete trasferire nella sua borsa...

pa ha detto...

già capitato!
che bella la tua foto sorridente, adri!

lozirion ha detto...

Bè, MAI restare senza una penna! :P

Questa foto sconvolge oltre alle tue anche le mie teorie sulle borse maschili.... ^_^

Nick ha detto...

tutta invidia la vostra.
per la verità ci sono solo due penne a sfera, due a inchiostro liquido, un pennarello rosso a punta fine per scrivere sui cd, una matita a pulsante, una normale a grafite, due pennarelli a vernice, un bisturi, un temperino a due lame.
poi:
Netbook e relativo caricabatterie
Leica
la Canon (che non si vede)
una busta a cerniera con tagliasigari, portasigari, e accendino
un quaderno moleskine a righe e uno a pagine bianche
e poi un libro a caso
volantini
sassi
chiavetta usb
chiavi di casa con stringipignone
occhiali e portaocchiali
una pashmina
e poi lui...EGIDIO
che è venuto con me in
Russia
India
Polonia
Inghilterra
Francia
Germania
Irlanda
Brasile
ecc ecc...

Adriana Riccomagno ha detto...

@pa: grazie! :-D

bazzicano da queste parti:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...